Ultime notizie

Consiglio comunale di Grugliasco: tutti a nanna dopo Carosello!

Il 2 marzo 2020, a Grugliasco si è tenuta la seconda riunione del Consiglio comunale nel 2020.  Quindi, direte voi, l’Ordine del giorno sarà stato corposo, visto che l'amministrazione lavora ventre a terra... e avete ragione: 16 punti!
Sedici punti sono un bel impegno, soprattutto per i consiglieri che vogliono prepararsi su ogni tema.
Ma vediamo un po’ di cosa si è trattato dopo l'apertura dei lavori alle 18:
1) Presa d’atto dei verbali della seduta precedente. E va beh…
2) Interrogazioni: ben 5. Alla fine il Presidente del C.C. Fiandaca redarguirà l’opposizione per avere impiegato 1 ora e 10 minuti a farsi rispondere su problematiche segnalate dai cittadini, sforando di 10 minuti quanto prescritto dal ferreo regolamento… Torneremo sul tema più avanti,“Dopo Carosello”
3) Variazione di bilancio. Le variazioni di bilancio sarebbero una cosa seria, servono a trovare i soldi per iniziative e opere. Questa invece consiste in 89mila euro in entrata ed in uscita per coprire le spese del Referendum: lo Stato trasferisce i soldi, il comune li adopera. Fine. D’ora in poi chiederemo una variazione di bilancio per ogni entrata ed uscita. Si è trattato di una delibera tanto seria che per una volta tutta l’opposizione si è tolta lo sfizio di votare a favore. Così, giusto per poterlo raccontare ai nipoti nelle fredde serate d’inverno.
4) Modifica del regolamento della Consulta Antifascista. Si, proprio quello che si era modificato nella prima seduta dell’anno, il 27 gennaio. Non è che a Grugliasco l’antifascismo cambi così velocemente, è che un Sindaco stenta a capire che se vuole produrre atti partecipati non può arrivare lì con un testo e sperare di ottenere il plauso di tutti…. Forse anche per questo stanno lavorando a un regolamento sulla partecipazione!
5) Mozione della Lega sul registro di bigenitorialità. Sono genitori solo quelli biologici, argomento spinoso per cervelli atrofizzati.
6) Mozione del M5S su viale Gramsci. Per chi non conosce Grugliasco, viale Gramsci è stato trasformato dall’Amministrazione Mazzù in una simpatica gimcana con lucine blu sulle sponde, per farne luogo di aggregazione per i grugliaschesi. Un mio amico pilota d’aereo racconta che percorrerlo, velocità a parte, è uguale-uguale ad un atterraggio. La mozione? Ilarità dell’amministrazione che ha altri progetti. In attesa del regolamento sulla partecipazione, circola la voce che in Viale Gramsci si farà sci nautico.
7) Mozione della Lega per intitolare qualcosa a Oriana Fallaci. A parte i legittimi dubbi sui casini che faranno i tifosi di calcio aggiungendo una “c” al nome della via, volete negare l’intitolazione di qualcosa ad una donna che è stata corrispondente di guerra dal Vietnam? Che è rimasta gravemente ferita il 2 ottobre 1968 in Piazza delle Tre Culture a Città del Messico durante il massacro di centinaia di studenti? Di chi con Panagulis, comunista, collaborò alle indagini sull’omicidio di Pierpaolo Pasolini? Anche questa, un’altra testimonianza di “esistenza in vita”!
8) Ordine del Giorno della maggioranza (PD, lampadine e renziani vari) sul disegno di legge regionale della Lega “Allontanamenti zero”. Il tema è serio. E c’è chi ha bisogno di dare cenni di vita… E poi, come si fa a non condividere la richiesta che la mozione di PD e renziani fa alla Regione? Coprire i buchi nell’organico dei Servizi sociali ed investire sui Servizi pubblici è indispensabile! Altrimenti si rischia che la destra continui ad operare nel solco di quanto fatto della passata amministrazione a Palazzo Lascaris.
9) Mozione della della maggioranza (PD, lampadine e renziani vari) per intitolare qualcosa ad Andrea Camilleri. Anche qui, l’importante è dare cenni di vita. In questo caso non ci sono problemi con i tifosi, ma io una via la vorrei direttamente per il Commissario Montalbano, e così non ho votato!
10) Ordine del giorno della Lega sul disegno di legge regionale della Lega “Allontanamenti zero”. Come già detto il tema è serio. Come per i cinesi che si mangiano i topi vivi, anche in questo caso, servirebbe andare a vedere la realtà. Certo però che la realtà, poi mette in crisi i nostri “valori”
11) …………

E già! Non facciamola così semplice. Abbiamo cominciato alle 18.00, sono quasi le 21.30. Si alza - si fa per dire - il capogruppo di Italia Viva e: “Visto che è tardi, dopo avere consultato i Capigruppo, chiedo di chiudere il consiglio e rimandare i restanti punti al prossimo consiglio comunale, che tanto sarà a fine mese….”.
Consultato i capigruppo? Ma quando? E’ tardi? Un po’ di subbuglio nell’opposizione, poi l'Italiota vivo precisa: “Erano i capigruppo di maggioranza….”, gli altri non li ha neanche interpellati, bontà sua.
La maggioranza che non ha nulla da dire. Hanno mandato avanti l’unico a cui non scappava da ridere.
Di fronte alle proteste dell'opposizione, il Presidente del consiglio (comunale) (NdR: Lui si illumina se evitiamo l’ultima precisazione) redarguisce l’opposizione perché “ha impiegato 1 ora e 10 per discutere 5 interrogazioni. Altrimenti a quest’ora avremmo già finito tutto!
Troppo bello! Non possiamo trattenerci: “Abbiamo appena sentito l’autorevole parere del Presidente del consiglio (NdR: solo “consiglio”, ovviamente!) che ha una lunga e provata esperienza! Ci ha appena detto che la discussione dei 6 punti rimasti richiede non più di un ora!
Smarrimento, vogliono proprio andare  a letto dopo Carosello…
Basta! Metto ai voti!”, proclama il presidente del consiglio comunale e si va tutti "a nanna dopo Carosello”
Cosa ci siamo persi? Ecco qua:
11) Mozione del M5S sul Muro della gentilezza. Simpatico. Non indispensabile. Ma, insomma, esprime una sensibilità….
12) Mozione del M5S per una Consulta per la disabilità.
13) Mozione del M5S per un Cambio di destinazione d’uso Lime. Non è una surreale proposta dei 5 stelle di introdurre modifiche nell’uso di attrezzi manuali, ma una proposta di modificare una previsione del piano regolatore per riorientarlo considerando più le esigenze dei cittadini che le esigenze di cassa del Comune o quelle dei costruttori. Insomma, velleitari come al solito.
14) Mozione della maggioranza (PD, lampadine e renziani vari) sui trasporti urbani ed extraurbani a Grugliasco per persone disabili (mi correggo “diversamente abili”, ma si sa che noi di Grugliasco Democratica facciamo fatica con il politicamente corretto). Il tema è importante. Come mai il Sindaco e Assessori se ne disinteressano e i gruppi di maggioranza devono ricorrere ad una mozione in Consiglio comunale?
15) Ordine del Giorno della maggioranza (PD, lampadine e renziani vari) sulla Legge Regionale n. 9/2016. Più criptici dei 5 stelle! E si lamentano del disinteresse delle persone per la politica. Vorrebbero parlare di ludopatia e tutelare la Legge regionale in vigore. Insomma, di nuovo nobili intenti. Come si fa (o meglio come si farebbe, viste le loro scelte sulla gestione del Consiglio comunale) ad essere contro! Noi, potendo, vieteremmo la tassa sui poveri. Loro - a differenza della destra che vuole aumentare la tassa sulla povertà - vogliono tassare i poveri in modo discreto e gentile.
16) Mozione di Grugliasco Democratica “Un SÌ per l’acqua pubblica”. Quando il 95% dei cittadini si è espresso a favore dell’acqua pubblica, è necessario dare piena attuazione a quanto scelto dai cittadini. Da noi di tratta di trasformare SMAT Spa in una Azienda Speciale Consortile. Per farlo, serve il voto dei soci. Cioè dei Comuni. E questa votazione avverrà il 26 marzo.
Alla Mozione, redatta un po’ d’urgenza, ha aderito anche il M5S e la mozione resta aperta a tutti i gruppi consiliari. Sarebbe un bel segno se Grugliasco sostenesse compattamente la piena attuazione degli esiti del Referendum del 2011.
Il nostro sollecito forse è superfluo; gran parte delle amministrazioni di centrosinistra ha iniziato a capire i rischi ed i danni prodotti dalla politica quando dimentica le richieste chiaramente espresse dai cittadini.
Perciò, per ricordare le celebrazioni di un mese fa, l’antifascismo si fa più rispettando le scelte dei cittadini e con politiche attente ai bisogni dei gruppi più disagiati che con richiami contro il pericolo dei rigurgiti fascisti.
Ma per adesso a Grugliasco tutti a nanna dopo Carosello!
Carlo Proietti



2 commenti

Unknown ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Mariano Turigliatto ha detto...

Il commento è stato eliminato perché postato da uno sconosciuto e contenente offese gratuite. Per questo genere di pratiche dovete rivolgervi altrove.