Ultime notizie

Acquarelax, cosa sta succedendo?

Sembra davvero al storia infinita. Due anni fa la chiusura e la cacciata dei gestori (leggi), poi la società comunale "Le Serre" ci mette 9 mesi per bandire una gara a individuare i nuovi gestori. La gara si conclude nel settembre dell'anno scorso. Altri sei mesi per firmare il contratto e arriviamo a marzo 2018 e... il centro è ancora sempre chiuso, nonostante sulle vetrate compaia da tempo l'avviso della riapertura e un numero di telefono per informazioni e iscrizioni.
Un colpo di telefono e i nuovi gestori illustrano con competenza e precisione le attività che il centro svolgerà, ma non sanno dire quando apriranno, pensano un mesetto da quando potranno riprendere i lavori di adeguamento e messa in regola. Non dipende da loro, sono fermi in attesa del Comune, ma soprattutto della società comunale "Le Serre", che i nostri lettori conoscono anche come "La Mangiatoia" o "il bancomat del sindaco".
Così abbiamo presentato un'interrogazione urgente al sindaco (qui) per capire perché l'attività non parte.
Non sappiamo se i nuovi gestori pagano il canone (il contratto prevedeva che lo facessero dal mese di ottobre del 2017), visto che l'impianto è chiuso. Già solo questo costituisce un bel danno, visto che, se non è caricato sui nuovi gestori, si tratta pur sempre di un minore introito per la società comunale "Le Serre".
Mariano Turigliatto
Posta un commento