Ultime notizie

Bianco Sì TAV, pargol divin. La Corte dei Conti chiede conto.

Del soggetto, attualmente assessore comunale qui a Grugliasco, già ce ne siamo occupati e altri più autorevoli di noi ci hanno accompagnato. Purtuttavia egli è una miniera inesauribile di trovate utili a chiunque voglia capire le ragioni del declino di questo paese.
Che siate favorevoli o contrari al TAV valsusino, dovrete ammirare la sapienza con la quale il giovane demovirgulto, con l'ausilio dei suoi compagni politici, smentisce con il suo solo esistere tutti i luoghi comuni sulla meritocrazia. Ma veniamo al dunque.
E' il 22 maggio 2017 quando dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri parte l'incarico a Raffaele Bianco come esperto nell'ambito della struttura del Commissario straordinario del Governo per la realizzazione dell'asse ferroviario Torino-Lione (leggi qui)... Il 10 agosto Maria Elena Boschi firmerà definitivamente l'atto di nomina che diventerà così operativo (scopriremo poi che esiste un provvedimento simile per il 2016).
Cosa deve fare il nostro giovane esperto, per 12 mila euro da spalmare sui mesi rimanenti del 2017? Curare il mondo dell'informazione (cartacea e on line) andando a caccia di notizie, fake e interventi di no tav e sì tav, oltre che di curare l'aggiornamento del sito dell'Osservatorio.
Qualcosa non va per il verso giusto: l'11 luglio 2017 la Corte dei Conti con grande tempestività scrive alla Presidenza del Consiglio muovendo rilievi sulla nomina (leggi qui). Perché?
Scrive la Corte dei Conti: "Come risulta dal curriculum allegato agli atti, non emergono elementi che possano far ritenere il profilo professionale dell'incaricato coerente con le attività oggetto dell'incarico. Nella specie, tra l'altro, l'incaricato non è in possesso né di un titolo di studio assimilabile ad una laurea né ad altro titolo di studio specialistico. Non emergono, infine, dalla documentazione in atti elementi idonei a valutare la congruità del compenso previsto, il quale, com'è noto, sulla base dei principi di ragionevolezza e di proporzionalità dell'azione amministrativa, deve tener conto sia della complessità correlata all'oggetto della prestazione, sia della durata dell'incarico."
In altri termini, il giovane non ha i titoli e costa troppo rispetto ala sua qualificazione e alla tipologia dell'incarico che gli è assegnato. La Corte dei Conti trattiene gli atti in attesa dei chiarimenti, che arrivano il 4 di agosto con una missiva che non riassumiamo. E' pressoché impossibile farlo, andrebbe diffusa capillarmente obbligando si tav e no tav a declamarla sulle pubbliche piazze dopo averla imparata a memoria. Ai prima suggerirebbe un po' di cautela in più nell'appassionarsi a un'opera controversa, agli altri fornirebbe uno strumento perfino più potente di quelli di cui già dispongono. Leggetela qui.
Da tutto questo interessante carteggio si evincono alcune questioni sulle quali cercheremo di approfondire. La prima riguarda la durata di questo incarico: come scrive il Commissario nella sua risposta alla Corte dei Conti l'incarico a Bianco preesisteva anche nel 2016, l'anno in cui il suo datore di lavoro a Roma, l'ex Senatore Esposito, aveva dovuto piazzarlo altrove dopo che la giunta Marino era caduta sotto i colpi del fuoco amico. La seconda è riferita al conflitto di interesse . richiamato perfino nel provvedimento di incarico -, fra l'essere assessore pd a Grugliasco e consulente di un organo tecnico ministeriale. La terza è sul titolo di studio, ma approfondiremo. La quarta è sulle relazioni che Bianco ha prodotto a giustificazione del suo incarico, come scritto nel provvedimento: cercheremo di acquisirle e pubblicheremo anche quelle.
Per conoscere finalmente il cv di Bianco siamo andati a cercarlo sul sito del Comune. Abbiamo trovato un temino sgrammaticato compilato su carta intestata del PD attestante il nulla, leggetelo anche voi!
Questi qua decidono delle nostre vite e consumano le nostre risorse: felici?
Terry McIver

Nessun commento