giovedì 22 maggio 2014

Stragrugliasco con rally: la sicurezza dov'era?

Domenica pomeriggio parecchie persone che si trovavano alla festa del Borgo sono entrate in allarme, hanno segnalato una situazione di pericolo che ha caratterizzato un pomeriggio davvero da dimenticare.
Al mattino la Stragrugliasco in bicicletta, oramai un classico a Grugliasco: un appuntamento sempre gradito alla sua quinta edizione come L'ALTRA STRAGRUGLIASCO, con il coinvolgimento di Collegno. Celebrazione della bici, della città a misura d'uomo e della coniugazione fra il benessere individuale e la solidarietà verso chi sta peggio di noi. Partenza alle 9 dalle Serre di Grugliasco, pranzo all'ex-OP di Collegno e ritorno nel pomeriggio al punto di partenza.
Per quelle strane coincidenze della vita, in un altro punto di Grugliasco si celebrava il suo contrario. Al Borgo, infatti, il pomeriggio è stato allietato da un'esibizione di vetture di rally, alcune perfino senza targa, che sfrecciavano per via De Andrè a tutta velocità, esibendosi nelle manovre spettacolari del caso, sgasando, tirando marce e motori, sgommando...
Peccato che il pubblico fosse ammassato sul terrapieno, dunque abbastanza al sicuro, ma che non ci fosse nessuna delle misure di sicurezza che sono prescritte per questo genere di manifestazioni: balle di fieno a protezione del pubblico, ad esempio.
Stupiva chi era presente anche l'assenza di Vigili Urbani e di altre forze dell'ordine, locali e no. E' normale tutto questo? Lo chiederemo al sindaco con una interrogazione in Consiglio comunale, magari anche al Prefetto che sovrintende l'ordine pubblico e la pubblica incolumità.
Vorremo evitare che anche a Grugliasco si facesse come nel resto del paese. tutti a minimizzare e a fare i "faciloni" per ingraziarsi le clientele e gli amici. Tutti a piangere quando succedono gli incidenti, facendo finta che la responsabilità sia sempre di qualcun altro.
Chi ha foto della manifestazione, ce le mandi, per favore. Le pubblicheremo a documentazione di quanto abbiamo scritto.