lunedì 2 ottobre 2017

Se questo è il programma del sindaco...

Come prevede la legge, il Sindaco appena rieletto ha presentato le sue Linee programmatiche per il quinquennio che ci aspetta. I consiglieri di Grugliasco Democratica le hanno lette e hanno presentato 145 emendamenti, proposte di modifica del testo licenziato dalla Giunta.
Ci sono proposte che cambiano il contenuto del programma, ma la gran parte degli emendamenti consiste in una semplice correzione della grammatica e riscrittura in Italiano corrente del testo che sindaco e assessori hanno partorito in questi primi 4 mesi di governo. Possibile che non sappiano scrivere in in Italiano? A scanso riportiamo un pezzo del capolavoro:
“Costruzione di spazi di lettura condivisa sul territorio delle principali trasformazionei che stanno investendo le famiglie e dei bambini della fascia 0-6 anni, anticipando i nuovi indirizzi della scuola dell'infanzia e orientando, nel complesso, le politiche connesse al tema della genitorialità, delle reti di auto aiuto e di come una città possa trasformarsi in funzione dei bisogni di bambini e famiglie.” (pag. 17)
Di frasi così è pieno il documento, insieme a ripetizioni e strafalcioni, possibile che non si siano neanche dati la pena di rileggere quello che hanno scritto?
Un programma deve poter essere comprensibile e verificabile, come faranno i cittadini (segnatamente i loro elettori) a controllare che quello che promettono poi lo facciano per davvero?
Questi quesiti e le tante osservazioni - frutto i un lavoro durato un'infinità di ore - i due consiglieri Cerruti e Proietti li presenteranno al Consiglio comunale di metà ottobre. Quando i 145 emendamenti saranno sottoposti alla valutazione dei consiglieri comunali. Per la cronaca, cinque anni fa, li bocciarono tutti. Forse perché venivano da qui.
Qui le Linee programmatiche della Giunta
Qui gli emendamenti di Grugliasco Democratica