mercoledì 16 marzo 2016

Campionati con figuraccia

L'ineffabile servizio propaganda del Comune così scriveva nei giorni scorsi:
Al solito, grande apparire, ma sostanza pochina.
Sarebbe interessante sapere se il sindaco o l'assessore allo sport in casa loro hanno buchi come quelli della foto.E sarebbe bello anche sapere se in casa propria soffrono il freddo come tutte le persone che frequentano i corsi al palazzetto. Ma forse è il termometro della distanza che c'è tra i politici e la cittadinanza visto che il palazzetto non è l'unica palestra cittadina più adatta agli sport invernali che ad attività al chiuso.
Il palazzetto è dato in gestione, ma la figura, alquanto misera, la fa il comune di Grugliasco. Forse chiedere alle persone che usufruiscono della struttura lo stato dell'arte avrebbe evitato questa pessima immagine-
Uno studio effettuato dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul cancro e dall'Organismo dell’Organizzazione mondiale della sanità conferma che le lane minerali non sono pericolose per la salute dell’uomo, non sono prodotti cancerogeni. Ma quando ci sono dei ragazzi in circolazione si sa che il limite viene facilmente valicato e ... leggi cosa dice:
"[...]In generale il materiale è sicuro fintanto che si trova rivestito o ricoperto da apposite protezioni. All’eventuale rottura di tali intercapedini, è possibile che la fuoriuscita incontrollata del materiale e gli eventi meccanici successivi (rimozione, strofinamento, urti) possa disperdere nell'ambiente circostante particelle finissime dei materiali (micro fibre di roccia, cioè alluminati e silicati).
La loro inalazione può provocare irritazione delle vie respiratorie; si può avere anche irritazione oculare con disturbi della vista od irritazione della cute per contatto, in quanto le fibre di lana di roccia, pur essendo state classificate nel gruppo 3 (non cancerogene per l’uomo) dallo IARC, mostrano fase di rischio R38(irritanti per la pelle).
In caso di rimozione di tali materiali, pur non essendo soggetto ad approvazione ASL (come invece è obbligatorio per l'amianto), l’intervento di asportazione prevede l’utilizzo di apparecchiature e metodologie analoghe, seppur meno specifiche e rigorose, a quelle applicate per l’amianto friabile.[...]".
Capito?
Un frequentatore del Palazzetto