mercoledì 18 febbraio 2015

Nido comunale: i resoconti del sindaco

Forse per un errore (democratico) ho ricevuto una e-mail dal sindaco. L'ha mandata, mi sembra di capire, ai consiglieri di maggioranza dopo la serata con i genitori e i lavoratori del nido. Contiene interessanti e lusinghieri giudizi sul sottoscritto, sulle liste civiche, sui genitori del nido e su quelli che ci lavorano.
Così, per documentazione, eccovi i passi più curiosi (gli errori di ortografia e sintassi sono del sindaco, ho riportato tutto come nella e-mail):
------------------------------------------
Carissimi,
Vi aggiorno in merito all'iter di presentazione della delibera di indirizzi. Sono state accolti i suggerimenti e sarà pubblicata in data odierna.
Stasera in commissione, oltre alla nuova contabilità, verranno illustrate le slides che conoscete.
Venerdì prossimi (20/ ndr)  ritengo potremo entrare nel merito e sarò presente anche io oltre agli assessori interessati dai temi.
Mercoledì abbiamo incontrato i sindacati, lavoratori del nido e poi famiglie in assemblea.
Con i sindacati ci siamo riconvocati per giovedì mattina. Ovviamente il loro parere è contrario, con distinguo tra le diverse sigle (oltranzista la CIGL) in quanto loro difendono il principio del lavoro pubblico e del servizio gestito direttamente. Hanno apprezzato l'attenzione alla salvaguardia occupazionale ma considerano la difesa del prinicipio una battaglia di carattere generale.
Giovedì si riservano di avanzare proposte alternative alla nostra e noi stessi stiamo elaborando ipotesi amministrative che "tutelino" maggiormente i dipendenti coinvolti nel passaggio al concesisonario, ma non retrocedendo sul principio che i costi e la prospettiva di gestione diretta sono insostenibili.
Le famiglie sono state debitamente aizzate dai dipendenti e abbiamo assistito allo sfogatoio di 7/8 mamma su una settantina di presenti, compresi sindacati, dipendneti stessi, Turigliatto, Di Pierro, Grugliasco Sostenibile,... in cui il tema è il mantenimento dello status quo e la non accettazione del contesto.

A parte proposte tragicomiche come aumentare le tasse, delegato sindacale, e ridurre il servizio necve come ha fatto Collegmno, una mamma dipendente dello stesso comune, non ci sono elementi di merito.

Hanno aperto una pagina facebook equivoca in cui non si capisce se chiudiamo il nido e/o facciamo altro.
Nel merito ci aggiornemeremo anche con loro la prossima settimana, anche se temo che lunedì sera in commissione verranno a fare casino. Ne parlerò più tardi con Antonio per regolarci in merito.
Sull'iter attiveremo sul sito del comune un canale "cantere bilancio 2015" dove metteremo delibera, slides e gli altri documenti che stiamo producendo, oltre a un'introduzione in cui spieghiamo che fino al 15 marzo, con apposita mail, raccogliamo e poi diamo riscontro di idee, proposte e suggestioni.
Ritengo utile dare l'idea di un cantiere aperto che si fonda sulla proposta della Giunta, dove ci si confronta nel merito e non con slogan e semplici no.

Sul fronte nido i gestori privati sono indignati dalle accuse ricevute su internet. Prenderanno posizione pubblica e ho chiesto loro di raccogliere la posizione delle famiglie che non conducono i propri figli in lager dove gli educatori sono se va bene incompetenti sfruttati e sottopagati.
Serve costruire una contro opinione che agisca sul merito e non sull'ideologia.

Considerato che gli sviluppi sono attesi sul finire della prossima settimana, direi di vederci lunedì 23 alle 21 come maggioranza per condividere opinioni e valutazioni, fermo restando che tutti i consiglieri sono invitati a chiedere incontri specifici al sottoscritto e agli assessori per eventuali chiarimenti.
Per quanto riguartda il prossimo consiglio l'ipotesi è la prima settimana di marzo con 3 delibere certe, ovvero passaggio definitivo della variante di corso Torino, indispensabile per farci incassare i proventi della vendita, e due dismissioni di aree.
[...]

Grazie Roberto
------------------------------------
Naturalmente possiedo copia integrale. 
Capito il soggetto?
Mariano Turigliatto