domenica 22 aprile 2012

INSULTI E AGGRESSIONI

Ieri pomeriggio, sabato 21 aprile, Carlo Proietti, capolista di Grugliasco Democratica e consigliere comunale uscente, è stato violentemente aggredito dal candidato sindaco dei partiti del centrosinistra Roberto Montà, che lo ha apostrofato con violenza spingendosi fino a pesanti ingiurie relative alla sua integrità mentale.
Il tutto è avvenuto durante le celebrazioni del 25 aprile in borgata Gerbido, alla presenza di astanti esterrefatti dal comportamento del candidato Montà e dalla violenza dell'aggressione.
Questo gravissimo episodio - che porta finalmente alla luce una campagna elettorale condotta da lui e dai suoi con calunnie, diffamazioni, insulti e intimidazioni - rende l'idea di cosa sia diventata la politica e l'amministrazione di questa città, rendendo palpabile l'esigenza di una svolta.
Una svolta profonda nei metodi, nei contenuti e nei costumi.
A Carlo Proietti va tutta la nostra solidarietà, ma proprio tutta.
Alle altre vittime di intimidazioni, minacce e ricatti chiediamo di raccontarlo con una e-mail in altro modo: è ora di spezzare questa catena che tiene la città sotto una cappa velenosa e inquinata. Oltretutto chiamare chi calunnia a rispondere potrebbe aiutarci a pagare le spese della campagna elettorale.
Noi i rimborsi non li abbiamo mai avuti e continuiamo a non averli. Per fortuna.