mercoledì 13 febbraio 2008

Se questo vi sembra il modo di amministrare…

Vergogna!
Martedì 12 Febbraio è convocato il Consiglio comunale di Grugliasco per deliberare, tra le altre cose, il bilancio per l’anno 2008.
Un Consiglio corposo, quindi, di cui è prevista chiusura dei lavori alle 23.30 per proseguire Mercoledì e Giovedì dalle 9.30 alle 23.30: un vero Consiglio-fiume!
Si inizia con il solito ritardo e vengono discusse le delibere propedeutiche al bilancio, tra cui quella che aumenta l’IRPEF dallo 0,1 allo 0,5 per mille: l’atmosfera è piuttosto tesa e tutto viene approvato a colpi di maggioranza.
Alle 22 circa si comincia ad esaminare il punto relativo al bilancio: ci sono 23 emendamenti da esaminare ( le altre decine tra cui i nostri 5 non sono stati dichiarati ammissibili e anche questo è discutibile), si discute, si vota e arrivano le 23.30. A questo punto si fa notare che è ora di chiusura ed il Presidente del Consiglio, Salvatore Fiandaca, afferma che a norma di regolamento i lavori si possono chiudere solo dopo la votazione del punto all’odg in discussione, cioè il bilancio.
Seguono momenti di tensione poiché a molti pare una interpretazione quantomeno creativa del regolamento oltrechè un insulto al buon senso.
La seduta prosegue, senza di me e dopo un’altra ora, senza Turigliatto: il mattino seguente mi presento puntuale alle 9.30 come da convocazione, ci sono quattro gatti e mi dicono che il bilancio è stato approvato alle 6 del mattino! Si aspetta un’ora, poi la seduta è dichiarata deserta perché manca il numero legale e il Consiglio è riconvocato per Martedì 19 Febbraio alle ore 10.
Non ho parole per descrivere l’arroganza della maggioranza: l’Assessore Montà non faceva che sogghignare, tutto contento per lo “scherzetto” fatto all’opposizione, non si contano gli attacchi personali e le insinuazioni. Evidentemente le scene viste in Senato hanno fatto scuola!