lunedì 14 gennaio 2008

2 kg di meno in tre giorni!!!

Tranquilli, non è la solita dieta ipocalorica per smaltire i residui dei cenoni di Natale...


Comunque la si pensi sugli inceneritori, comunque la si pensi su Bassolino, comunque la si pensi sui comitati, in Campania giacciono per le strade migliaia di tonnellate di rifiuti che, volenti o nolenti, da qualche parte dovranno essere conferiti. Inevitabilmente la loro destinazione immediata sarà in buona parte un impianto di smaltimento o una discarica oltre i confini campani.
Secondo gli ultimi dati disponibili (Rapporto Apat 2006 - dati del 2005) ogni italiano produce in media 1.47 kg di rifiuti al giorno, 539 kg all'anno, per un totale di 31milioni 677mila kg di rifiuti all'anno prodotti in Italia.

Se in tre giorni evitiamo di produrre 2 kg a testa di ciò che abitualmente va a finire in discarica, se lo facciamo in 10 milioni di italiani, risparmieremmo "spazio" per 20 mila tonnellate. Un contributo alla crisi, ma soprattutto una sperimentazione collettiva. Se lo facessero tutti gli italiani si supererebbero le 100 mila tonnellate ammassate per le strade del Napoletano.
La proposta di Eco dalle Città è una dimostrazione di solidarietà civile e soprattutto una prova che sappiamo e possiamo fare di meglio di quanto fatto finora: per almeno tre giorni impegnamoci a conferire la minor quantità possibile di indifferenziato. Differenziamo come non abbiamo mai fatto e riduciamo al minimo i nostri rifiuti.
Non vogliamo dividere chi è disposto e chi no ad ospitare rifiuti campani ma provare tutti quanti a incrementare la capacità di soluzione e la riduzione di sprechi.

Tra le prime adesioni quella di Comieco - Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica che invita a conferire con più attenzione tutta la carta e del Coordinamento AGENDE 21 Locali Italiane.